Pergolati: è davvero necessario il Permesso di Costruire?

Quando si ha a disposizione una bella terrazza o un giardino, è quasi naturale voler fruire dello spazio nella maniera migliore. Un pergolato diventa quindi un’occasione per creare un luogo più accogliente in cui passare i propri momenti all’aperto.

Giardino in una corte interna di Yerevan (Armenia).

Giardino in una corte interna di Yerevan (Armenia).

Spesso questo desiderio si scontra, però, con la necessità di affrontare un lungo processo autorizzativo per il proprio arredo esterno. I pergolati e le tettoie generalmente vengono considerati interventi che comportano un aumento volumetrico e quindi sottoposti a SCIA, DIA o (addirittura) Permesso di Costruire. Cosa significa? Costi di segreteria che possono essere anche piuttosto alti e un iter autorizzativo che può raggiungere anche la durata di alcuni mesi.

Arriva però a metà del 2014 una pronuncia del Consiglio di Stato (1777/2014) che precisa che non serve alcun permesso di costruire nel caso si vogliano realizzare pergolati o tettoie facilmente amovibili.

Vuol dire quindi che posso costruire una tettoia senza richiedere alcun permesso?

No. Fermo restando la necessità di verificare in Comune le disposizioni del regolamento edilizio e la presenza di vincoli che possano richiedere autorizzazioni supplementari (ad es. vincoli paesaggistici), significa che potranno essere realizzati pergolati senza necessità di permesso di costruire (rientrando nell’attività edilizia libera). La differenza tra pergolato e tettoia è sottile ma importantissima.

Il pergolato è una struttura aperta ai lati e sul lato orizzontale di copertura ed è destinata unicamente all’ombreggiamento e al riparo dal sole. La copertura deve essere realizzata in materiali leggeri (ad esempio bambù, cannicciato, tessuto o vegetazione).

La tettoia, invece, può avere dei caratteri di stabilità e non viene generalmente considerata dalla giurisprudenza amministrativa come opera provvisoria.

La precarietà e quindi la conseguente possibilità di rientrare nell’attività edilizia libera vanno valutate sulle caratteristiche della struttura, sull’utilizzo che se ne intende fare e solo infine sulla rimovibilità delle opere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: